Ho debuttato in teatro nel 1978 come attrice nella compagnia Anonima G.R. di Bari.

Grande partenza, con due delle punte di diamante del teatro italiano, ovvero i fondatori della compagnia, Pinuccio Sinisi e Dante Marmone.
grande fortuna, perché quello fu proprio un meraviglioso momento per il teatro. Ricco, esuberante, sperimentale, estremo e avantissimo. In cui valeva ribaltare e rilanciare e rivoluzionare: una factory in movimento continuo.

Devo molto, direi tutto, a questo iperentusiasmante avvio, in cui ho incrociato immensi Maestri e talenti PURI. In cui ho respirato non semplicemente la polvere del palcoscenico, ma la migliore energia. In cui mi sono nutrita di sapienza aggratis, di bellezza a gogò, di sperimentazioni VERE. In cui ho avuto il privilegio di percorrere un pezzo di strada con i migliori compagni di viaggio che si possano desiderare. Tra i tantissimi una botta di gratitudine va a Elvira Maizzani, amica del cuore e superba visionaria, che ha avuto tanta fiducia in me sempre.
Grazie, Elvi, ovunque quantunque tu sia.

Essì. GRANDE FORTUNA.
Nei quasi trent'anni di attività ho sperimentato la scrittura scenica, ho disegnato e progettato visioni, ho diretto spettacoli, e firmato tanta roba.
Mi sono sempre considerata un'apprendista, nonostante non sia un tipo modesto, e avrei goduto molto se la storia fosse continuata.

Ma mai dire mai. Pòesse che domani arriva Il Teatro 2 La Vendetta, e si ricomincia.

firmato, gennaio 2015